Come scegliere dove investire i risparmi?

Dove investire risparmi

Chi deve investire i risparmi di norma, come prima garanzia, richiede la protezione del capitale, ovvero la sicurezza. Ma oltre che sicuri i risparmi da investire devono anche garantire un rendimento, altrimenti non ne vale la pena. In altre parole, che si trovino in banca oppure alla Posta, i risparmi da investire devono essere sicuri e redditizi, ma non sempre la sicurezza fa rima con il rendimento.

Come scegliere dove investire i risparmi tra rischio e rendimento

Per guadagnare di più dai risparmi occorre infatti rischiare di più, con la conseguenza che più aumenta il livello di rischio, più basse saranno le garanzie di restituzione del capitale. Ed allora, detto questo, come scegliere dove investire i risparmi? Ebbene, secondo Forex Notizie Italia tutto dipende dal profilo di rischio del risparmiatore/investitore, ma in ogni caso sono ben note le tipologie di investimento che sono più sicure rispetto alle altre.

Come scegliere dove investire i risparmi tra conto corrente e capitale di rischio

Se per esempio la liquidità sul conto corrente, o sui conti di deposito remunerati, è garantita fino a 100 mila euro per correntista grazie al Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi, lo stesso non dicasi per l’investimento in azioni che è puro capitale di rischio. E così i soldi sul conto di deposito rendono poco ma sono più sicuri rispetto alle azioni che possono offrire un guadagno potenziale superiore nel tempo a fronte però del massimo rischio che è rappresentato dalla perdita dell’intero capitale investito.

Come scegliere dove investire i risparmi tra Buoni postali ed obbligazioni subordinate

Lo stesso discorso/confronto può essere fatto con il risparmio postale, per esempio con i Libretti di Risparmio e con i Buoni Fruttiferi, che rendono meno ma che sono più sicuri rispetto invece a titoli come le obbligazioni subordinate che, come visto di recente anche in Italia, possono trasformarsi in carta straccia con la conseguente perdita dell’intero capitale investito.

Come scegliere dove investire i risparmi, prudenza prima di tutto

Di conseguenza, a seconda del livello di prudenza, il risparmiatore può ben comprendere quali siano gli asset dove investire fermo restando che la regola aurea è rappresentata dalla diversificazione. Per esempio, un risparmiatore con un profilo di rischio bassissimo non può investire in azioni ed obbligazioni subordinate, ma solo in strumenti finanziari monetari e di liquidità che hanno la garanzia di restituzione del capitale investito come quella offerta dallo Stato italiano per i Bot, per i Btp e per i prodotti di risparmio postale emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti, e distribuiti in esclusiva dal Gruppo Poste Italiane.

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *